Villaggio pescatori, la stagione del degrado non è mai finita (di c.c.)

INTERROGAZIONE URGENTE SULLO STATO DI DEGRADO DELL’AREA “VILLAGGIO PESCATORI”
premesso che
il Villaggio pescatori vive da anni in una generale situazione di degrado ambientale, provocata da persone senza scrupoli che vi abbandonano rifiuti d’ogni genere.
L’assenza di specifiche politiche da parte del Comune di Cagliari e dell'Autorità portuale fa si che il degrado ambientale danneggi sia suolo che l’ambiente di Villaggio pescatori. Zona urbana, questa,  di grande importanza dal punto di vista storico, abitata da numerosi Cagliaritani e la cui spiaggia è frequentatissima nel periodo estivo.  

considerato che

da ultimo, come segnalato dal Comitato di quartiere, sono ripresi i conferimenti abusivi notturni di macerie e altri rifiuti nell'area prossima al campo sportivo ed anche nei pressi della spiaggia.
Tali conferimenti non accennano a diminuire, aggiungendo degrado al degrado, attirando ratti e scarafaggi, cani randagi ma soprattutto invogliando altri scaricatori abusivi all’utilizzo non autorizzato della zona, divenuta una grande pattumiera.

ravvisato che

Spesso, in occasione dei festeggiamenti di Sant’Efisio, nell’ambito dell’omonima sagra, il Comune di Cagliari provvede a pulire parte dell’area che, di li a poco, rivive situazioni di degrado.
 
ritenuto che
sia necessario riunire, con una conferenza di servizi, tutte le Autorità interessate: Cacip, Capitaneria di porto e l'Autorità portuale.
 
 Chiediamo al Sindaco e all'Assessore all'Ambiente
 
  • per sapere quali iniziative intendano assumere per porre fine alla summenzionata problematica:  pulizia, recinzione delle aree ed il pattugliamento da parte della Vigilanza ambientale della Polizia Municipale;
  • se non ritengano utile promuovere una conferenza di servizi con tutte le autorità interessate per concordare azioni tese alla valorizzazione e tutela di un'area di pregio sotto tutti i profili come il Villaggio pescatori.
Claudio Cugusi